Coniglio al profumo di provenza

Questa è una ricetta che abbiamo preso da qualche parte, ma ora come ora ci sfugge il dove. Comunque è una piatto che ci è piaciuto talmente tanto che si è meritato il posto d’onore nel libro delle ricette dei Gourmets. In più a me piace molto il profumo delle erbe provenzali, è molto primaverile e ogni volta che apro il barattolo mi mette di buon umore.

Ieri sera arriva direttamente dall’aia di casa mia un coniglio che mia nonna ha amorevolmente fatto fuori per la gioia del mio palato. Quando l’ho visto mi è subito venuta in mente questa ricetta e subito dopo ho visto anche l’articolo su ciricette!

Tra l’altro è lì che girottola anche un’anatra germanata bella pienotta…

Direttamente dalla penna della Gourmet gli ingredienti sono:

  • coniglio a pezzi;
  • 3 o 4 pomodori;
  • 4 cipolle rosse;
  • 12 spicchi d’aglio;
  • erbe provenzali abbondanti;
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco;
  • olio evo, sale e pepe.

Procedimento:

scaldare in un tegame piuttosto grande 4 cucchiai d’olio e far dorare da tutti i lati il coniglio. Aggiungere l’aglio in camicia e le erbe provenzali. Sfumare con il vino bianco e lasciare evaporare. Aggiustiamo di sale, copriamo il tegame e portare a cottura.

Nel frattempo tagliare le cipolle  e i pomodori a spicchi. Scaldare altri 4 cucchiai di olio in una padella aggiungere le cipolle e far cuocere dolcemente per una quindicina di minuti. A questo punto si mette anche una punta di zucchero semolato. Poi aggiungere i pomodori e cuocere per altri 15 minuti. Salare e pepare.

Per ultimo unire le 2 preparazioni nel solito tegame avendo cura di glassare tutte le crosticine attaccate alle padelle e far amalgamare il tutto per altri 10 minuti con una giusta macinata di pepe nero.

Nel piatto dovremmo avere un coniglio bello saporito e profumato e delle cipolle morbide e dolci che si sciolgono in bocca.

4 pensieri su “Coniglio al profumo di provenza

  1. Allora le erbe provenzali sono un mix di erbe aromatiche tipiche del mediterraneo. In genere il mix è composto da timo, rosmarino, salvia, maggiorana e finocchio ma comunque penso che vari molto a seconda di dove uno le prenda. Ad esempio c’è chi dice che ci va anche la menta, il basilico, etc…
    A me le hanno portate già mixate direttamente dalla camargue e forse nelle mie c’è anche la menta.

Rispondi