Crema di patate con calamari

Crema di patate con calamari

In queste seratine invernali e fredde ogni tanto ho bisogno di qualche coccola calda, come nel caso della vellutata di zucca. Ieri sera perciò ho assemblato, in maniera del tutto estemporanea, questa minestra: il risultato mi è sembrato degno di nota e sicuramente la rifarò.

Il tempo di preparazione è quasi ridicolo, specie se, come me, fate le patate a dadini di mezzo centimetro.

Ingredienti per due

  • 1 patata
  • Mezzo porro (non la volevo troppo porrosa ma molto patatosa)
  • Brodo vegetale qualche mestolo
  • 2 calamari
  • Sale, pepe
  • Olio al tartufo
  • Pane gratatto qb.

Preparazione

In poco olio soffriggete il porro per pochi minuti, perché tende a sbruciacchiarsi alla svelta. Nel frattempo fate una bella dadolata fine della patata e schiaffatela col porro. Fate insaporire per 5 minuti, stando attenti a non far rosolare troppo, quindi unite il brodo e lasciate a cuocere per una decina di minuti.

Nel frattempo pulite i calamari, fateli ad anelli, passateli nel pangrattato e friggeteli in poco olio. Serviranno pochi minuti. Scolateli e teneteli al calduccio.

Quando le patate saranno morbide scatenate il frullatore a immersione e riducete tutto a una crema. Se necessario aggiustate la densità con altro brodo. Salate se necessario.

Impiattate pepando un poco, disponendo al centro gli anelli e i ciuffi del calamaro, terminate con un cucchiaio di olio al tartufo.

Come nel caso della vellutata di zucca qui le variazioni sono infinite: pancetta fritta, dadini di pane, altri aromi. Potete scatenare la fantasia o dare una bella frugata in dispensa!

Rispondi