Brasato al vino con verdure arrostite al miele

Brasato con verdure arrostite al miele

Il brasato è uno dei miei cavalli di battaglia, anche se non c’è molto da vantarsi, visto che in questo piatto il 70% del lavoro lo svolge il macellaio dandoti un pezzo di carne adatto alla bisogna. È importante quindi farsi il macellaio di fiducia se non vi volete ritrovare dopo tre o quattro ore con un ceppo di legno aromatizzato.

Ho deciso l’altra sera di accompagnare il brasato con un contrasto di colori e sapori, prendendo metà di una ricetta di Cavoletto (aridaje!) per usarla come contorno. Il risultato è stato egregio e  e quindi ve lo ripropongo speditamente.

Ingredienti del brasato.

  • 1 pezzo di carne di manzo da brasato (circa 7-9 hg), legato
  • 1 cipolla
  • 1 gamba di sedano
  • 1 carota
  • 2 spicchi d’aglio
  • Rosmarino, salvia
  • 2 bicchieri di vino rosso di buona acidità (io ho usato un Montecucco)
  • Brodo quanto basta (una pentola, se avanza ci farete il risotto…)
  • Olio d’oliva
  • Sale, pepe

Ingredienti delle verdure

  • 4 o 5 patatelle con la buccia ben lavata
  • 2 fette di zucca di 5 cm con la buccia
  • Un paio di scalogni a testa (io ho usato delle cipollette perché in tutta Pisa l’altro giorno non si trovava uno scalogno nemmeno a pagarlo oro)
  • Spicchi d’aglio con la camicia
  • Rosmarino, salvia, foglioline di alloro
  • Olio d’oliva
  • 1 limone
  • 1 cucchiaio di miele
  • Sale, pepe

Preparazione del brasato

In un bel recipiente a bordi alti e fondo pesante mettete l’olio e il trito di tutti gli odori a fuoco vivace. Fate imbiondire la cipolla, poi adagiatevi il manzo e rosolatelo per qualche minuto da tutte le parti. Mettete quindi i due bicchieri di vino e lasciate andare, sempre girando ogni 5 minuti. Quando il vino si sarà ridotto unite il brodo fino a metà altezza del manzo o un po’ di più. Salate e pepate. Mettete il coperchio con uno spiraglino e lasciate brasare a fiamma bassa per tre ore. Io ogni 30 minuti giro la carne. Alla fine dovrebbe rimanere un ditino di fondo di cottura che potrete passare per creare la salsa di accompagnamento.

Preparazione del contorno.

In una teglia mettete le patate con la buccia spaccate a meta (o a quarti se sono grossine), gli scalogni a mezzi, la zucca con la buccia a spicchietti insieme agli odori.

In un ciotolino emulsionate il miele con i 4 cucchiai d’olio e il succo del limone. Versatelo sopra le verdure. Salate e se volete pepate, quinti tutti in forno a 220° per 50 minuti buoni.

Si mangia tutto con la buccia, quella della zucca viene bella croccantina.

6 pensieri su “Brasato al vino con verdure arrostite al miele

  1. sì, lo stesso Sangiovese Grosso di Montalcino. In effetti la DOC Montecucco parte dalla riva sinistra dell’Orcia. Dalla destra c’è il comune di Montalcino

  2. A me per il brasato piace la sorra (o cappello del prete), deve cuocere molto perchè nel mezzo ha un nervo molto duro, lo faccio marinare per 24 ore ed è cotta quando aprendola a metà e toccando il nervo, questo si scioglie essendo appicicosetto.
    Molto buona l’idea della verdure

Rispondi