Risotto ai carciofi, salsa e puntine d’asparagi e pecorino romano

È un semplice risotto ai carciofi con una punta di fantasia in più.

Preparare il brodo con gli odori e portare a bollitura, nel frattempo pulire gli asparagi e i carciofi, immergere questi ultimi nella ciotola con acqua acidulata. Affettare lo scalogno, far appassire in poco olio e un po’ di brodo, unire i carciofi, un mestolo di brodo, salare, pepare, tappare e stufare a fuoco basso per 5 minuti. Nel frattempo tuffare gli asparagi nel brodo calcolando 6-7 minuti dalla ripresa delle bolle.

Unire il riso ai carciofi, far tostare, bagnare col vino e far evaporare, e quindi iniziare a risottare aggiungendo brodo via via che assorbe. Preparare gli asparagi: scolarli bene, tagliare via le punte e metterle da parte, affettare finemente i gambi e frullarli col minipimer con acqua (non brodo), un po’ di sale e un po’ d’olio, regolandosi a piacimento.

Quando il riso è pronto togliere dal fuoco, mantecare con due cucchiai della salsa di asparagi, una noce piccola di burro e il pecorino romano grattugiato e impiattare: fare un disco di salsa, adagiarci sopra il risotto, completare con le puntine, una spolverata di pepe nero e se c’è una fogliolina di menta.

Da bé: Alto Adige o Friuli Sauvignon. Oppure un Puilly Fumé ma non particolarmente complesso.

2 pensieri su “Risotto ai carciofi, salsa e puntine d’asparagi e pecorino romano

  1. Intendevo infatti Alto Adige Sauvignon, chiedo venia.
    E chiedo venia anche perché non ho messo le dosi!
    allora: per 3 persone ho usato:
    – 1 scalogno
    – 12 asparagi
    – 3 carciofi grossi
    – odori per il brodo
    – sale, pepe, olio
    – un bicchiere di vino bianco

Rispondi