Barba del becco fritta

Barba del becco

Scenetta da verduraio ambulante:

– E che radici sarebbero quelle?

– La barba del becco!

– In effetti ci assomiglia. Come sono, sono buone?

– Altroché! Mi ha detto la macellaia qui dietro che lei le fa fritte, le ho provate e aveva ragione, sono favolose!

– Mh. Sai che? Quasi quasi le provo, dammene un mazzo va’.

Ingredienti

  • 1 mazzetto di Barba del becco
  • Acqua q.b
  • Farina q.b.

Preaparazione

Ho pulito col pelapatate le redici e le ho tagliate a tronchetti per il lungo (non sono molto grosse, specie dopo pulite). Quindi le ho sbollentate in acqua salata per 5 minuti (consiglio della macellaia) e le ho fritte impastellate (acqua e farina) fino a che non erao belle dorate.

È vero! Sono assolutamente buone, molto delicate, con un vago e delicato sapore tra il cardo e il sedano rapa.

Se le ritrovo le riprendo.

2 pensieri su “Barba del becco fritta

  1. vedo che l’esperimento ha funzionato, il risulta e’ stato gradevole, ma il sapore e’ diverso dalle barbe di radicchio?
    In giro si trovano anche le barbe di prete o di frate, prossimamente proverai anche quelle? 😀
    saluti

Rispondi