Tortellini

Innanzitutto buon anno a tutti!! 🙂

Ultimanente vi ho un po’ trascurato perché sono stata un po’ occupata con espatri e traslochi vari 🙂 , ma non appena recupererò una connessione degna di questo nome ritornerò a pieno regime tra voi 😉

Come avevo già detto qui, per me il brodo è la cosa più buona che ci sia…oggi per accompagnare il mio brodo (fatto bollire per quasi una giornata intera) ho fatto questi tortellini, seguendo più che una ricetta, l’istinto…

Ingredienti per circa 200/250 tortellini:

  • 3 uova, 150 gr di semola e 150 gr di farina 0 per la pasta
  • 200 gr di mortadella
  • 1 salsiccia
  • 100 gr circa di prosciutto cotto (crudo era meglio, ma il prosciutto francese non è il massimo)
  • pepe a volontà
  • parmigiano a volontà
  • 1 uovo

La farcia potete prepararla anche in anticipo (io l’ho fatta ieri per oggi) mescolando nel mixer tutti gli ingredienti. Aggiustate di sale se ce n’è bisogno e lasciate riposare coperto con la pellicola.

Impastate e stendete la pasta all’uovo. Per una buona riuscita dei tortellini è importante che la pasta sia finissima. Fate dei quadratini di pasta di circa 3 cm di lato e mettete una piccola pallina di ripieno al centro. Chiudeteli in diagonale ed arrotolateli intorno al dito per dargli la tipica forma…insomma più difficile a dirsi che a farsi!!!

Io, man mano che li facevo li mettevo in surgelatore su un foglio di carta forno senza sovrapporli, in modo da evitare che si attaccassero col calore.

Il risultato è stato molto buono, ancora non perfetto, ma degno di nota, soprattutto se si considera il fatto che la mortazza che si trova qui non è certo delle migliori…

4 pensieri su “Tortellini

  1. Buoni, credo che li proverò!
    Anche per me il brodo è rassicurante – sono andata a vedere il tuo posto per il tagliolini 🙂 – ma non sono riuscita a realizzare un buon brodo… proverò la tua ricetta.

    Ed, a proposito di Francia, tanti anni fa ho assaggiato uan cosa che mi è piaciuta tantissimo: il pot au feu (non so se si scrive così) non hai mica la ricetta anche di quello, per caso? 🙂

    1. Si, rieccomi, dalla Francia con furore!!! Vi prometto che mi metterò a sperimentare per voi la cuisine du terroir borgognona 😉

      A presto!!!

Rispondi