Penne gamberi e pistacchi

Questa pasta ha origini siciliane. Le mie ex coinquiline sicule me la cucinavano spesso con della granella di vero pistacchio di Bronte…

Ingredienti:

  • penne o mezze penne rigate
  • 4/5 gamberi a testa
  • pistacchi tritati (possibilmente non salati) una bella cucchiaiata a testa
  • panna liquida
  • aglio, peperoncino, prezzemolo, olio

Fate un trito di aglio, prezzemolo e peperoncino secondo vostro gusto e fate rosolare il tutto in un filo d’olio. Aggiungete i gamberi ben lavati e fateli rosolare, schiacciando delicatamente le teste per fare uscire il sapore. Nel frettempo portate a ebollizione l’acqua e cuocetevi la pasta.

Una volta rosolati i gamberi, aggiungere la panna e una parte del pistacchio tritato. Cuocere ancora 1-2 minuti, regolate di sale, quindi spegnere e lasciare in caldo.

Scolare e saltare la pasta nel sugo, aggiungendo il resto del pistacchio tritato.

Il sapore e la consistenza del pistacchio, soprattutto se è di buona qualità, si sposa davvero bene con il dolce dei gamberi…

4 pensieri su “Penne gamberi e pistacchi

  1. Non sarebbe meglio sgusciare i gamberi prima di saltarci le penne?
    E fuori dalla Sicilia, come procurarsi i pistacchi non salati?

  2. Ciao Silvestro,
    io non sguscio i gamberi perché quando cuociono poi tendono a rimpicciolirsi. Si potrebbero, volendo, sgusciare una volta cotti, ma magari solo una parte, per non rovinare troppo l’estetica del piatto 😉
    Per quanto riguarda i pistacchi dovresti cercare nei reparti di cibi esotici, spesso si trovano tra i cibi turchi dei pistacchi non salati di ottima qualità.

Rispondi