Frittelle di Paperino

Per fortuna più spesso di quando vuole andare al fast food mia figlia mi chiede di farle come prima colazione, le frittelle “come quelle di paperino”.

Ormai le faccio spesso e devo dire che mi riescono abbastanza bene.

 

INGREDIENTI

2 uova

½ bicchiere di latte

2 cucchiai di farina

½ cucchiaino di bicarbonato

Un pizzico di cannella ed un pizzico di sale

Burro o strutto per friggere

Sciroppo d’acero per guarnire

PREPARAZIONE:

Questo è uno dei rari casi in cui mi piego all’uso del frullatore ad immersione, che uso con moderazione e il cui “abuso” rischia in altri casi di mortificare molte ricette quando sostituisce mortai e taglieri facendo perdere spesso agli alimenti molte delle loro qualità.

Mescolare energicamente usando tecnologie avanzate: uova, latte, farina, bicarbonato, sale e cannella, fino ad ottenere una crema omogenea abbastanza liquida (se risulta troppo liquida aggiungere un po’ di farina, in caso contrario un po’ di latte).

Attrezzatevi ora per ungere il padellino (ho trovato alla coop un simpatico padellino delle dimensioni di un cd), andrebbe scaldato moltissimo ed il burro (o lo strutto) una volta fatto sciogliere,  eliminato prima di versare nel padellino il prodotto, in questo modo: padellino a scaldare sul fuoco, poi inserimento pezzetto di burro, appena fuso versato fuori ed immediatamente versare nel padellino una dose di crema necessaria per coprire il fondo del padellino.

Questa operazione va fatta al massimo ogni due frittelle cotte, perciò è necessario attrezzarsi ed avere tutto pronto a portata di mano (un padellino dove versare il burro bollente, un piatto dove trasferire le frittelle pronte e la paletta)

Una volta pronte le frittelline vanno portate a tavola impilate su un piattino e saranno guarnite a piacere con lo sciroppo d’acero canadese (come fa Paperino) oppure in mille altri modi (cioccolato, nutella, farina di cocco, miele e noci, marmellata e chi più ne ha più ne metta).

VARIANTE

Una volta ho messo nell’impasto anche dell’uva passa, ma in questo caso la frittella credo sia meglio guarnirla unicamente con dello zucchero a velo

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

4 pensieri su “Frittelle di Paperino

  1. Mi piace! Queste frittelle le vedo bene nel mio brunch della domenica, ma mi domandavo: hai idee per chi non ama la cannella? E secondo te lo sciroppo d’acero si può sostituire con cioccolato, crema, marmellata (non tutto insieme, eh!)?

    1. la cannella è una mia passione particolare ed è un aggiunta fatta dopo anni di frittelline prive di cannella, funzionano benissimo comunque! (volendo sostituirla ci vedo bene la vaniglia)
      come alternativa allo sciroppo d’acero io consiglio nell’ordine:TOPPING AL CIOCCOLATO CON FARINA DI COCCO (per questa soluzione io utilizzo lo squeeze della nesquik, ma penso che vada bene anche la nutella) – al secondo posto ci vedrei MIELE E NOCI – poi le confetture (frutti di bosco tipo lamponi o mirtilli rossi, sennò anche la crema di marroni – e per finire, volendo avvicinarsi all’effetto acero, anche il malto di riso (io lo compro nei negozi di prodotti biologici) è una valida alternativa, ma conviene scaldarlo un pochino per ammorbidirlo.
      …molto più banalmente potrebbero andar bene anche gli sciroppi per bibite tipo quelli della FABBRI

Rispondi