Calamari al Porto

Quasi mi vergogno a spacciare questa “preparazione” per una ricetta, ma lo faccio solo perché il risultato è eccellente; è nata quasi per caso, i suoi ingredienti sono pochissimi e la procedura di preparazione è elementare.

INGREDIENTI:

500 gr. di Calamari eviscerati

1/2 bicchiere di PORTO (o altro liquore aromatico)

PREPARAZIONE:

Altre volte mi era capitato di fare i calamari alla piastra, essendo quasi negato per la preparazione di pesci ed affini, mi limitavo a stenderli sulla piastra bollente rigirandoli di tanto in tanto; ma una volta mi sembrava che stessero bruciando ed ho pensato di integrare la cottura con una spruzzata di cognac, operazione che ho ripetuto più volte, con un risultato sorprendente (da provare). Ho riprovato varie volte con altri liquori ed il risultato è sempre soddisfaciente (una volta addirittura con il tè alla vaniglia, ma è più saporito con gli alcolici); oggi ho trovato in casa una bottiglia dimenticata di “Porto Riserva”, ed il risultato a me è sembrato addirittura migliore che quello ottenuto con il cognac. Per il tempo di cottura mi regolo ad occhio, circa 15 min. 1/4 d’ora, quando il liquido è evaporato bisogna giudicare se aggiungerne ancora o se i calamari son cotti. Buon appetito

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

Rispondi