budino salato all’emmenthal e nocciole

 

…mi ero messo in mente di elaborare una crème caramel salata; non è stato facile, ma alla fine ci sono riuscito: ho tolto lo zucchero in tutte le sue forme (quindi anche il caramello), e l’ho sostituito con il formaggio fuso.

 

 

l’insieme degli ingredienti

 

 

INGREDIENTI:

4 uova (o meglio 4 tuorli e 3 albumi)

300 cc. di latte

100 gr. di panna liquida

un pizzico di sale

200 gr di Emmenthal (o altro formaggio saporito)

70 gr. di burro

70 gr. di granella di nocciole (o farina di nocciole)

 

 

 

il composto cremoso: nocciole burro ed emmenthal, sostituisce il caramello

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTREZZATURA:

1 teglia da forno per il bagnomaria

5 o 6 formine da budino

 

 

 

 

 

 

 

 

 
PREPARAZIONE:

Sbattete a mano le uova in una ciotola accorpando poi delicatamente il latte e la panna, salate quanto basta e lasciate riposare; ungete con un pò di burro le formine ed a parte, in una tazza preparate un composto con le nocciole in granella, il burro ed un paio di manciate di formaggio grattuggiato grosso: Con questo composto foderate internamente tutte le coppette, posizionatele nella teglia per la cottura a bagnomaria, riempite le coppette con le uova, latte e panna che avevate preparato all’inizio; riempite quindi la teglia con l’acqua fino a poco sopra la loro metà, e lasciate cuocere per circa 50 minuti a 180 c°. A cottura ultimata spegnete il forno e lasciate raffreddare a lungo senza muovere nulla. Dopo qualche ora trasferite le coppette in frigorifero e lasciatele riposare per almeno una notte.

 

 

 

 

 

 

 

 

L’indomani i budini saranno pronti per essere rivoltati in un piattino, e come guarnizione ponete sopra ciascuno un disco di formaggio dello spessore di un paio di millimetri e del diametro approssimativamente come la base del budino stesso; questo formaggio andrebbe fuso con la pistola per la crema catalana, ma in mancanza di meglio potrete mettere i budini per qualche secondo in un forno a microonde.

 

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

3 pensieri su “budino salato all’emmenthal e nocciole

  1. nel mio progetto iniziale doveva esserci un disco di formaggio da fondere sopra il budino, ma dopo vari tentativi ho capito che si ottiene un miglior risultato ricoprendo il tutto con del formaggio grattuggiato a listarelle come nell’ultima foto (ho usato sempre l’Emmenthal), in questo modo fonde meglio.

  2. E’ intrigante. Posso suggerirti un surrogato della pistola per la crema catalana? Un qualsiasi, banale, saldatore a gas da idraulico. Costa pochissimo in qualsiasi ferramenta.

  3. grazie,…me lo aveva indicato anche mio suocero, purtroppo poche ore dopo che con mia moglie ci eravamo decisi a fare l’acquisto insano (32 euro compreso di 6 coppette da crema catalana)… ormai ce l’ho e me lo tengo

Rispondi