Totani alla diavola

Anche questi sono della cucina elbana. Sono di una semplicità elementare:

In un tegame possibilmente di coccio si mettono, tutti insieme: i totani puliti e tagliati a pezzi, olio, aglio, peperoncino, sale, rosmarino, pochi pomodori, vino bianco.

Se dovessero asciugare troppo in cottura si può aggiungere altro vino, o anche un po’ di acqua tiepida.

Un piatto così semplice si regge, ovviamente, sulla qualità degli ingredienti. Bisogna quindi che i totani siano freschissimi, pescati da poche ore: o si pescano di persona, o ci si affida a qualche amico. L’olio deve essere un extra vergine di qualità eccezionale, comprato da qualche piccolo olivicoltore che lo produca in quantità limitatissime (e che lo fa pagare caro assatanato…). Aglio, rosmarino, peperoncini, pomodori, dell’orto sotto casa. E così via…

Ci si beve naturalmente del buon vino bianco dell’Elba, servito ben fresco.

Rispondi