Omelette al Lardo, Stracchino e Gorgonzola

ommelette al gorgonzola (4)Mio fratello mi ha lasciato il compito di gestirgli i due figlioli e di preparargli la cena; ne ho approfittato per fargli fare da cavia per questa improvvisata che ha preso le mosse dal fatto che uno dei miei nipoti è veramente malato per il Gorgonzola! fosse per lui si mangerebbe pasta al gorgonzola tutte le sere. Allora ho cercato di fargli variare punto di vista e gli ho proposto degli spaghetti aglio olio e prezzemolo e per secondo una bella frittatona ripiena di Zola!

INGREDIENTI:

  • un cucchiaio di Lardo Battuto
  • 100 gr. di stracchino (io ne avevo uno di Bufala, molto saporito!)
  • 80 gr. di gorgonzola dolce
  • 3 uova
  • un ciuffo di prezzemolo

(ci sarebbe stato bene anche un pò di cipolla nel soffritto, ed una spruzzatina di vino bianco, ma mio nipote non la ama e quindi ho evitato!)

PREPARAZIONE:

mentre mettete il lardo a fondere in una padella media,  sbattete le uova in una ciotola e salatele, quando il lardo comincerà a soffriggere (qui ci sarebbe stato bene un pò di cipolla a  soffriggere con una spruzzatina di vino bianco!) versate le uova e preparate una frittata; appena rappresa, giratela e ponetevi sopra lo stracchino (penso starebbe bene anche uno stracchino di capra se lo trovate!) ed il gorgonzola tagliati a fette ed alternati; lasciateli fondere mettendo un minuto il coperchio alla padella, poi arrotolate la frittata, impiattate e guarnite con il prezzemolo.

Peccato che non sono riuscito a fare nemmeno una foto perché quando ho pensato a prendere la macchinetta ormai stavano facendo la “scarpetta” con il pane!…buon segno: significa che non era una semplice frittatina!

P.S.:  rientrato a Roma ho riproposto la frittata alla mia famiglia (che ha gradito) ed in questa occasione ho fatto le foto che allego, mancavano il lardo battuto (che ho sostituito con del grasso di prosciutto) e lo stracchino di bufala.

 

 

 

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.