Meringhe sbagliate

meringhe sbagliateRicollegandomi al preambolo della ricetta precedente, un’altra preparazione fatta con l'”esubero” di albumi è stato un TENTATIVO di meringhe (che sapevo di difficile realizzazione), ma immagino la causa fosse data dagli albumi vecchi. La loro consistenza era molto liquida e non si sono montati a neve in maniera sufficiente; sono riuscito a salvare la situazione con un piccolo escamotage, eccolo qui!

INGREDIENTI:

  • 200 gr. di Albumi
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 100 gr. di zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Montate a neve gli albumi a bassa temperatura, con una frusta, aggiungendo poco alla volta i due tipo di zucchero; per preparare le meringhe, una volta ottenuta una compattezza quasi solida, distribuite il prodotto su un foglio di carta forno adagiata sulla teglia ed infornate per 1 ora e 30′ in forno già caldo, ad una temperatura di 100/120 °C.

Il problema, nel mio caso, è stato che il composto è rimasto lento e sono riuscito a salvare qualcosa versando quello che ho potuto, in dei contenitori di alluminio, ottenendo, come risultato, delle Muffin-Meringhe dal cuore fondente (assolutamente dignitose, anche se nate da un fallimento)

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

3 pensieri su “Meringhe sbagliate

  1. Forno troppo caldo, le meringhe sono cotte in superficie e sono rimaste mollicce dentro. La temperatura deve essere 50° – 60°, e ci vanno lasciate tutta la notte, perché devono asciugarsi, non cuocere. se poi montano con difficoltà, può dipendere dal recipiente non accuratamente sgrassato: una minima traccia di unto fa danno. Bisogna passarlo tutto con mezzo limone, prima di versarvi la chiare.

    1. ahimé, temo che allora io non potrò mai fare le meringhe a casa mia; qui abbiamo un forno ventilato, gigantesco (90 cm) ed è molto difficile tenerlo a temperature troppo basse (già sotto i 200 °C ho difficoltà a regolarlo!). Per le altre dritte, il contenitore era pulitissimo, quella del limone non la sapevo, come astuzie ne conoscevo 3 (così per sentito dire: un pizzico di sale, utilizzare lo zucchero a velo e tenere le chiare a bassa temperatura). Comunque credo il problema principale sia stato la qualità degli albumi: erano vecchi, non più collosi ma quasi liquidi!

Rispondi