Torta allo Squaquerone

Era da tempo che avevo in mente di preparare una crostata salata ripiena di Squaquerone (è una specie di stracchino, specialità romagnola, molto cremoso); la difficoltà consiste nel fatto che questo prodotto è buono crudo e freddo, quindi ho dovuto preparare la torta e cuocerla vuota ed inserire il ripieno dopo la cottura.

INGREDIENTI:

(per la frolla)torta allo squaquerone (6)

200 g. di farina

2 tuorli d’uovo

100 g. di burro

un pizzico di sale

(per il ripieno)

200 g. di squaquerone fresco

100 g. di prosciutto cotto a cubetti

un pizzico di pepe nero a piacere

PREPARAZIONE:

Preparate una frolla senza zucchero,  impastando la farina con le uova ed il burro e mettetela a riposare per una mezz’oretta in frigo; nel frattempo preparate il ripieno: scaldate i cubetti di prosciutto in un padellino con un pochino di burro, ed eventualmente aggiungete un pizzico di pepe nero, lasciate raffreddare e accorpate, mescolando delicatamente, allo squaquerone. Stendete quindi la sfoglia e preparate la base della torta, ma servirà anche un “tappo” di frolla per chiudere la crostata (dalla foto che pubblico si capisce che la mia preparazione non è stata molto precisa, anzi direi piuttosto maldestra!…comunque io anziché i classici fagioli, per creare il vano per il ripieno, ho utilizzato la base removibile di un’altra tortiera ed ho messo altra pasta sopra di esso per avere anche il coperchio in frolla). Cottura in forno a 180/200° per una ventina di minuti e naturalmente la farcitura va fatta a torta fredda.

(brutta ma molto saporita!)

 

Informazioni su crealessio

nato a Trieste nel secolo scorso da padre calabrese e madre friulana ha vissuto a Roma, Tivoli, Pienza-Montepulciano lavora in giro per l'Italia per conto di una società livornese e da tutti questi elementi trae esperienze gastronomiche che per divertimento traduce in ricette. dal 2011 ha iniziato per passione, l'attività di cuoco itinerante (creare ricette originali con prodotti locali in qualsiasi luogo si trovi); questa iniziativa (i cui migliori risultati sono pubblicati su Ciricette), sta contribuendo a trasformare questo hobby in una professione (al momento le sue consulenze sono richieste da una società danese per approfondimenti sulla produzione casearia italiana)

Rispondi