Pasta agli aromi mediterranei (o alla maniera di Franca).

Dedico questa ricetta alla mia amica Franca, che me l’ha insegnata (credo che anche lei l’abbia imparata da qualche parte).

E’ di una semplicità estrema.

Si prendono tutte le erbe aromatiche che uno riesce a trovare, meglio fresche, ma anche secche possono andare. Io ho nei vasi sul terrazzo: rosmarino, menta, salvia, basilico, maggiorana, timo, prezzemolo.

Se ne coglie un bel mazzetto (le dosi sono rigorosamente ad occhio), e si tritano finissimamente insieme a poco aglio. Si passano in padella con poco olio, ovviamente di qualità super, e un goccio di latte (un cucchiaio o due).

E’ già finito. Ci si fa saltare un qualunque tipo di pasta: tagliatelline, linguine, trenette, spaghetti, ma anche pasta corta.

E’ chiaramente estiva, e non credo si possa pensare a qualcosa di più mediterraneo. A me piace molto.

Cosa berci? Un bianco profumato e ricco di aromi, che pulisca bene la bocca e sia di pronta beva: prosecco, gewurtztraminer, vernaccia di S. Gimignano, procanico, ansonica… Anche un rosé frizzante.

Qualunque vino, comunque, deve essere ben fresco, quasi ghiacciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.