Cavolini di Bruxelles a modo mio.

E’ una delle verdure che mi piacciono di più.

Stavolta ho un po’ improvvisato, e li ho fatti così:

Due scalogni tritati, rosolati in padella con olio e poca acqua. Poi i cavoletti ( i più grossi tagliati a metà), e li ho portati a cottura con vino bianco e brodo. Anche un po’ di “fondo bruno” della knorr. A metà cottura ho aggiunto dei dadini di mortadella: mi avrebbe convinto di più il prosciutto crudo, ma non ce l’avevo.

Una volta cotti, li ho levati di padella e ho frullato il fondo, in modo da fare una specie di salsa per napparli. Buonissimi.

Da bere: avevo un bianco dei Castelli Romani, e non ci stava male, ma forse un rosso non troppo tannico sarebbe stato meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.