Archivi tag: broccoli

Rigatoni Razza e Broccoli

Pasta razza e broccoli

Pasta razza e broccoli

Queste ricetta prende le mosse da un classico romano: la minestra all’arzilla e broccolivedi una ricetta tipo, ma ridotta in velocità per preparare un pranzo in pochi minuti. Non mi chiedete poi da dove è arrivata il pane tostato, ma ci stava da dio…

Ingredienti per 4

  • mezza razza polpacciutella
  • un broccolo siciliano
  • un paio di acciughette sott’olio
  • pane grattugiato
  • 300g rigatoni (o quanti ve ne pare)
  • uno spicchio d’aglio
  • qualche cappero

Preparazione

In una pentola mettiamo a bollire l’acqua salata. Lessiamoci dentro le cime del broccolo, mentre sopra cuociamo a vapore la razza. In entrambi i casi ci vogliono circa 10 minuti, quindi quando sarà pronta la razza lo saranno anche i broccoli.

Togliamo i broccoli con un colino e nella stessa acqua cuociamo la pasta.

Nel frattempo prepariamo un padella con olio extravergine, le acciughette, l’aglio triturato e i capperetti.
Saltiamoci dentro i broccoli tritati, per insaporirli ben bene. Nel frattempo puliamo la razza dalle cartiagini (è velocissimo, basta anche una forchetta) e aggiungiamola al sugo. Se necessario inumidiamo con l’acqua di cottura.

In un padellino a parte mettiamo un cucchiaio d’olio e tre o 4 cucchiai di pane grattato. Tostiamo per pochi minuti girando con un mestolo fino a coloritura.

Saltiamo la pasta nel sugo. impiattiamo e spolveriamo col pane tostato.

Pasta e broccoli ++

Questa è una versione potenziata della pasta e broccoli tradizionale.

Ingredienti a persona

  • 70/80g di pasta
  • qualche cimetta di broccolo pulita
  • un filetto d’acciuga
  • mezzo spicchio d’aglio
  • qualche cappero sotto sale
  • qualche oliva taggiasca sott’olio sgocciolata
  • formaggio da grattare

Realizzazione

Mettete a bollire l’acqua per la pasta e salatela. Al bollore mettete le cimette di broccolo e cuocetele per 8-10 minuti. Scolatele conservando l’acqua nella quale metterete a cuocere la pasta.

In una padella mettete olio evo, l’acciuga. l’aglio tritato, i capperi, le olive sminuzzate. Insaporite per due minuti e quando l’acciuga sarà sfatta unite i broccoli tritati. Allungate con un po’ di acqua di cottura della pasta.

Scolate la pasta e saltatela nel sugo. Impiattate con una robusta grattata di cacio.

Calzoncini di farro ripieni di ricotta e castagne, con carciofi e broccoletto.

(per 4 persone)
  • 1 uovo
  • 100g di farina 00
  • 100g di farina di farro
  • 350g di ricotta vaccina
  • 150g di castagne secche
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 acciughe sott’olio
  • 2 carciofi
  • 1 broccolo
  • Olio, sale, pepe

Portare ad ebollizione molta acqua eventualmente aromatizzata con rosmarino o timo, quando bolle tuffarci le castagne e sobbollire per circa 45 minuti. Pulire il broccolo, ricavarne le cimette e cuocere a vapore per una ventina di minuti (io uso il microonde). Impastare a fondo le farine setacciate e l’uovo con un pizzico di sale, avvolgerle in una pellicola e metterle a riposare in frigo. Scolare le castagne, possibilmente conservando parte dell’acqua di cottura, e raffreddarle sotto l’acqua corrente. Impasto: ammorbidire la ricotta con una forchetta, tritare le castagne nel mixer e amalgamarle alla ricotta, salare e pepare a piacere.

In una padella ampia far soffriggere l’aglio nell’olio, aggiungere le acciughe e far sciogliere quindi togliere l’aglio e aggiungere i carciofi puliti e affettati; far andare a fuoco vivo per 5 minuti, abbassare, bagnare con un mestolo di acqua di cottura delle castagne e cuocere coperto per 15 minuti, quindi aggiungere i broccoli e far andare altri 5 minuti.

Stendere la sfoglia e ricavare i calzoncini; lessarli in acqua salata e terminare la cottura saltandoli in padella.

Da bé: un bianco toscano o umbro anche a base chardonnay ma non troppo carico.

Pasta broccoli e pescatrice

Ancora un piatto della categoria cucina con gli avanzi!

L’altro giorno avevamo un pezzo di rana pescatrice avanzato dalla cena della sera prima e dei broccoli che ormai avevano preso la cittadinanza nel nostro frigo. Fate 2+2…

Ingredienti per 3 persone:

  • pasta corta a piacere 240 g,
  • rana pescatrice, l’ultimo pezzo della coda è perfetto,
  • broccoli, 1 cespuglietto,
  • 3 o 4 pomodorini pachino,
  • aglio,
  • un po’ di peperoncino,
  • un pochino di vino bianco secco,
  • olio evo, sale e pepe.

Pulire bene bene l’osso centrale della pescatrice dalla polpa attaccata, quindi tagliarla grossolanamente al coltello e buttare tutto in una padella bella calda con uno spicchio di aglio in camicia, il peperoncino e l’olio. Buttateci anche l’osso centrale che dà sapore. Far sfrigolare per 2 o 3 minuti e poi sfumare con il vino.

Tagliare le cimette del broccolo e aggiungerli alla rana pescatrice. A questo punto se avete un po’ di brodo di pesce è il momento di usarlo, altrimenti usate l’acqua della pasta per bagnare via via il sughetto perché non si asciughi troppo. Una decina di minuti di cottura ci vogliono tutti. Verso la fine aggiungete i pomodorini tagliati a metà. Volendo se ne può fare anche a meno.

Scolate la pasta molto al dente e finite la cottura in padella. Prima di servire ricordatevi di togliere l’aglio e l’osso della pescatrice.

Buona, però non fatela troppo spesso in quanto la rana pescatrice è uno di quei pesci che non si dovrebbero mangiare perché stanno scomparendo. Noi l’abbiamo presa quella sera perché la nostra commensale non mangia il pesce con le lische…A la prochaine!