Archivi tag: capesante

Risotto giallo di gamberi con capasanta al brandy

Risotto giallo di gamberi con capesante al brandy

È saltata fuori questa ricetta profumatissima perché dal pesciaiolo sembrava che avesse rastrellato la Wermacht, quindi mi sono arrangiato con quello che ho trovato. Non so perché ma questa ricetta mi fa tanto anni ’80: mentre mangiavo pensavo di vedermi spuntare dietro De Michelis…

Ingredienti per quattro persone

  • 8 capesante col loro corallo
  • 240g riso carnaroli
  • Brodo vegetale
  • Gamberi sgusciati, un paio di manciate
  • Zafferano
  • 1 cipolla di tropea
  • Olio d’oliva
  • Burro
  • Brandy o cognac
  • Pepe rosso
  • Panna da cucina 2 cucchiai scarsi

Preparazione

Cominciamo col risotto. Soffriggiamo lentamente la cipolla tritata finemente in olio d’oliva. Aggiungiamo I gamberi a tocchettini. Saliamo e dopo pochi minuti tostiamo il riso. Aggiungiamo il brodo e portiamo a cottura un risotto piuttosto asciutto.

Nel frattempo cuociamo per 5 minuti le noci delle capesante in una noce di burro, spruzzandole con brandy.

Fatto questo, stacchiamo il corallo e frulliamolo con due cucchiai di brodo rimasto e uno o due cucchiai di panna, ottenendo una salsina

Nei gusci ben sciacquati delle capesante disponiamo tre o quattro cucchiai di risotto, la polpa della capasanta, un paio di cucchiaini di salsina, un po’ di pepe.

Io ho usato lo Shichimi Togarashi, un misto di pepe rosso del Sichuan con polvere di mandarino e altre spezie, ma potete usare un qualsiasi pepe ben profumato.

Capesante lardellate con verza e mela

Antipasto Oriente/OccidenteDopo la ciricena, quando l’altra mattina sono andato dal pesciaiolo entrando ho visto la cassettina delle capesante. Memore delle capesante lardellate di bag ho deciso di prenderle per l’antipasto della cena.

Poi ho fatto qualche ricerca ed alla fine ho fatto questa ricetta che è molto gustosa ed è piaciuta molto. Ho usato tra l’altro la verza rossa, che stufata diviene quasi nera e dà una nota di colore non da poco.

Ingredienti per i soliti 4

  • 4 capesante con la valva
  • 4 fettine di lardo salato
  • 1 palletta di verza
  • 1 mela (la mia era annurca)

Preparazione

Per prima cosa puliamo e tagliamo finemente la verza. Poi stufiamola in tegame con poco aglio e olio. Ci vorranno una ventina di minuti.

Nel frattempo puliamo bene le capesante e le valve che asciugheremo.

Tagliamo anche 4 fette trasversali della mela con la buccia.

Componiamo il piatto: sulla valva mettiamo un cucchiaio o due di verza stufata, poi la fetta di mela, quindi la noce di capasanta avvolta nella fettina di lardo.

10 minuti a 180 gradi nel forno e via…

NOTA. Come si vede dalla foto questa ricetta faceva parte di una antipasto più complesso Oriente/occidente composto da:

  1. Capesante lardellate
  2. Gamberi teriyaki (veri)
  3. La mia insalatina di aringa
  4. Una zuppetta di miso.
  5. Polenta fritta a dadini