Archivi tag: cipolle

Zuppa di cipolle alla francese

Zuppa di cipolle

Mi è venuta in mente questa ricetta che volevo fare da molto tempo. Noterete che la dose è per una persona (una cocotte) perché in casa le cipolle piacciono solo a me. Moltiplicate per i commensali. Si parte.

Ingredienti per persona

  • Un paio di fette di pane raffermo
  • Una cipolla e mezzo
  • Un paio di mestoli di brodo
  • 50g di formaggio grattugiato grosso (ho usato la mandolina col coso per la julienne)

Preparazione

In una piccola casseruola ho messo un po’ di olio e una noce di burro. Mentre si scaldavano ho tritato le cipolle non troppo fini e le ho messe a rosolare.

Nel frattempo che le cipolle si tostavano, ho tostato in forno anche il pane. Quando le cipolle sono imbiondite, ho aggiunto il brodo (parallelamente stavo cuocendo una marmitta di minestrone, ho usato il brodo di minestrone opportunamente filtrato) e ho fatto cuocere a fuoco basso fino a ritirare quasi tutto il liquido (un pochino però deve rimanere). A questo punto, ho regolato il sale.

Ho disposto nella cocotte metà del pane, metà delle cipolle e metàdel formaggio a strati, continuando con un altro strato identico, concludendo quindi col formaggio.

15 minuti nel forno a 180°. Buona esagerata.

Filetto di maiale alla senape con patate novelle e cipolle stufate

Ieri sera, per festeggiare l’arrivo del Gourmet in terra francese, ho fatto questo bel piattino appetitoso.

Ingredienti x3:

  • un filetto di maiale (circa 500/600 gr)
  • senape (io avevo della senape al Cassis)
  • pepe nero in grani
  • birra
  • aglio, olio

Ricoprite e massaggiate il filetto di maiale con della senape di buona qualità, ricopritelo con pepe in grani leggermente schiacciati, quindi lasciatelo riposare almeno un’oretta.

Levate il pepe in eccesso (se no poi si brucia), scaldate un goccio d’olio in una casseruola con uno spicchio d’aglio e sigillate a fuoco alto la carne su tutti i lati. Sfumate con una bella birra corposa (una belga andrà benissimo) e continuate a cuocere coperto a fuoco moderato (se il fondo si asciuga troppo allungate con un goccio di birra). Cuocete circa una ventina di minuti, quindi levate dal fuoco e riponete il filetto in un foglio di carta alluminio. Io l’ho salato giusto un attimo prima di servire.

Nel frattempo preparate i contorni:

Per le patate:

  • patate novelle
  • aglio
  • rosmarino
  • origano
  • olio, sale, pepe

Lavate e pulite accuratamente le patatine, quindi mettetele in una teglia con gli odori e cuocete fino ad ultimarne la cottura.

Per le cipolle:

  • 2 belle cipolle rosse cicciute
  • 2 pomodori
  • sale, olio, zucchero, origano, aglio

Tagliate le cipolle a spicchi non troppo piccoli e mettetele in una casseruola con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e due cucchiaini di zucchero. Fate cuocere a fuoco dolce per non bruciare le cipolle. Dopo circa mezzora aggiungete i pomodori fatti a spicchi. Salate, pepate, condite con poco origano e lasciate cuocere altri 10 minuti.

A questo punto impiattate: tagliate il filetto a fette belle alte, salatelo e copritelo con un po’ della sua salsa, mettete vicino un po’ di patatine, una bella cucchiaiata di cipolle e un cucchiaino di senape per ricordare il gusto di fondo del filetto.

Fegatelli, fagioli e cipolle cotte sotto la cenere

Fegatelli con fagioli e cipolle

Non ci capita spesso di fare i fegatelli, anche se, in genere, quando si va alla Macelleria Giusti a S. Giuliano e ce l’ha ne approfittiamo e si prendono sempre volentieri.

Gli ingredienti sono:

  • 1 fegatello a testa;
  • cipolle dorate;
  • fagioli cannellini;
  • olio, sale, pepe e aceto balsamico;
  • qualche foglia di alloro.

La parte più lunga e difficile è fare le cipolle, soprattutto perché bisogna fare una bella brace. Nell’attesa che la brace sia pronta si avvolgono le cipolle nella carta alluminio e poi si mettono nella brace ricoperte da uno strato di cenere. Devono cuocere a lungo, fino a quando, facendo pressione,  non si sente che sono morbide. Una volta cotte si levano dalla carta, si sbucciano e si condiscono con olio, un po’ di sale, pepe e aceto balsamico.

Per i fegatelli invece basta prendere una padella, scaldarci poco poco olio insieme a qualche foglia di alloro e aggiungerli quando il tutto è a temperatura. Far cuocere a fuoco vivace fino a che non diventano croccantini fuori, quindi abbassare il fuoco per terminare la cottura anche all’interno. In genere non serve aggiungere sale perché sono già belli saporiti.

Servirli con le cipolle e una bella ramaiolata di fagioli cannellini lessati e conditi. Una bella macinata di pepe nero è d’obbligo.