Archivi tag: farro

Zuppetta di farro con scampi al lardo

Zuppetta di farro con scampi al lardo

L’altra sera ero tanto stanca, e per premiarmi dopo una lunga giornata di lavoro mi sono fatta questa zuppetta.

Ingredienti x2:

  • 3 patate
  • fagioli secchi, ammollati e bolliti
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • farro
  • 3 scampi a testa
  • lardo a fettine
  • olio, sale e pepe

Si fa il battuto con gli odori e si rosola in una pentola con olio e il rametto di rosmarino, si toglie quindi il rametto e si aggiungono le patate sbucciate e tagliate a cubetti e 2/3 dei fagioli precedentemente ammollati e bolliti.

Una volta fatte rosolare un pochino le verdure, si aggiunge dell’acqua o del brodo vegetale e si portano a cottura le patate. Dopodiché si frulla il tutto e si rimette sul fuoco (aggiungendo eventualmente acqua), si aggiungono il farro e i fagioli rimasti e si porta a cottura facendo attenzione che non attacchi.

Questa sarebbe la zuppa classica, io invece l’altra sera per mancanza di tempo ho fatto rosolare cipolla, carota, patate e fagioli precotti con un po’ d’olio e poi ho fatto stufare con dell’acqua. A parte ho cotto il farro in acqua bollente salata per dimezzare i tempi. Ho quindi passato le verdure e aggiunto il farro. Risultato un po’ meno saporito, ma più leggero.

Gli scampi invece li ho puliti e ho levato la buccia dalla parte della coda (l’ideale sarebbe pulirli senza separare il corpo dalla coda). Ho quindi avvolto la coda in una bella fettina di lardo e ho arrostito su una padella incandescente.

Ho assemblato le due cose, filo d’olio, grattata di pepe e goduria assicurata!

Dagli Appennini alle Onde

Questa insalatina tiepida a base di farro perlato della Garfagnana, verdure dell’orto e molluschi del Tirreno, che molto probabilmente  negli anni 70 si poteva anche chiamare “insalatina mari e monti”, rappresenta un giusto equilibrio tra i forti sapori della Montagna Garfagnina , le coste del Tirreno e gli orti della riviera. 

Questa ricetta mi ha dato parecchie soddisfazioni perche’ e’ stata inserita  dal giornalista-gastronomo-scrittore  Martino Ragusa nell’ultimo suo libro di recentissima pubblicazione “Il manifesto della Cucina Nazionale italiana “. 

Secondo Martino Ragusa l’accostamento di prodotti di eccellenza nazionali, anche  tra loro distanti, lo scambio di tecniche locali e la rilettura delle ricette regionali in chiave contemporanea e trasversale al gusto di tutti gli italiani, rappresenta il nuovo spirito della cucina nazionale italiana, in grado di superare il provincialismo e campanilismo gastronomico . 

Nel libro sono raccolte oltre 170 nuove ricette che si identificano con lo spirito del manifesto . 

 ingredienti per 6 persone

  • 300g di farro perlato della garfagnana
  • 3 zucchine
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 2 cipollotti
  • 300g di moscardini
  • 300g di seppioline
  • 2 pomodori
  • Prezzemolo tritato
  • Erba cipollina
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Preparazione 

Lessare il farro perlato in abbondante acqua salata e scolarlo al dente raffrendandolo subito con getti di acqua fredda, disporlo in una “boule” cercando di “sgranare” bene i chicchi.
Tagliare le zucchine e i peperoni a cubetti regolai di circa mezzo centimetro e spadellarli separatamente in una padella antiaderente con poco olio mantenendo la fiamma piuttosto vivace cuocetele per pochi minuti cercando di mantenerle al dente e croccanti, aggiustate di sale e di pepe. In un’altra padella spadellate i polipetti e le seppie tagliati a piccoli pezzi con olio aglio e un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe e quasi a fine cottura aggiungete i pomodori tagliati a cubetti. Mescolate il farro con le verdure e i molluschi aggiungendo il prezzemolo tritato e i cipollotti tagliati ad anelli sottili. Servite l’insalatina “modellandola” nel piatto con un coppapasta e decorando con fili di erba cipollina .