Archivi tag: fiori di zucca

Verrine di mozzarella, acciuga e fiore di zucca

Oggi mi sono fatta questo piatto che avevo in mente da diverso tempo, un po’ per festeggiare il fatto di aver trovato dei fiori di zucca in Francia e un po’ per inaugurare le mie nuove verrines 🙂 .

Ingredienti per una verrine:

  • mozzarella (meglio se di bufala) circa 80 gr
  • 2 filetti di acciuga sotto sale
  • un paio di cucchiai di latte
  • un fiore di zucca
  • farina e acqua per la pastella
  • olio e olio per friggere

Frullate la mozzarella nel mixer, se è troppo asciutta potete aggiungere un paio di cucchiai di latte. Mettetela nella verrine e mettete in frigo.

In un cucchiaio di olio fate sciogliere a fuoco dolce i filetti di acciuga precedentemente diliscati e dissalati, che si devono sfare fino a diventare una cremina.

Con farina e acqua fredda (possibilmente frizzante) fate la pastella per i fiori, quindi immergeteceli bene bene e fateli friggere in olio bollente.

Quando la mozzarella è ben fredda aggiungete la crema di acciughe e decorate col fiore fritto. Non aggiungete sale nella mozzarella né nei fiori perché le acciughe sono già belle saporite.

Se non si fosse capito, adoro l’accoppiamento di fiori di zucca-mozzarella-acciuga e questo piatto lo conferma.

Piccola nota: io, per motivi di tempo non ho lasciato la mozzarella raffreddarsi abbastanza, col risultato che si è un po’ mescolata con la salsa di acciuga. La prossima volta provo a metterla una mezzoretta in freezer per vedere se la linea di divisione risulta più netta.

Fiori di zucca ripieni

Questo è uno di quei piatti per cui vado matta, di cui mangerei una vagonata…

Purtroppo in terra francese i fiori di zucca non si trovano, quindi me ne sono portati su un po’ dall’Italia e ieri me li sono fatti: visto che sono deperibili e vanno mangiati abbastanza in fretta mi sono dovuta togliere la voglia tutta insieme…

Ingredienti:

  • Fiori di zucca
  • mozzarella
  • acciughe sotto sale
  • acqua, 1 uovo e farina per la pastella
  • olio per friggere
  • ghiaccio

Pulite i fiori di zucca, possibilmente cercano di togliere il pistillo interno senza però levare il “culetto”, in modo che in cottura la mozzarella non coli.

Lasciare scolare i fiori e preparare la pastella (se la preparate in anticipo è pure meglio) mescolando 1 uovo, acqua fredda e farina, fino ad ottenere una pastella abbastanza densa (ricordate che il ripieno è scioglievole, quindi la pastella ci vuole ben ferma).

Sulla pastella si potrebbe aprire una bella discussione, c’è chi la fa con farine diverse, chi senza uova, io personalmente (e so che il Gourmet non condivide) in questa ricetta l’uovo ce lo metto e mi ci piace anche un bel po’, alla fine penso che col salato dell’acciuga e la freschezza della mozzarella, la pastella “ignorante” si sposi bene, la tempura la preferisco con le verdurine semplici e non ripiene.

Chiusa questa parentesi sulla pastella, si continua riempiendo i fiori con una bella fettazza di mozzarella e un pezzo di filettino d’acciuga dissalato.

A questo punto si scalda bene bene bene l’olio per la frittura e si aggiunge il ghiaccio alla pastella perché il tutto risulti ben freddo quando si getterà nell’olio.

Inzuppare i fiori, friggere, salare e godere……

Penne con lardo, fiori di zucca e pinoli

3 persone.

  • 250 g di penne o pasta corta
  • 3 salsicce di lardo
  • 200g di fiori di zucca
  • 50g di pinoli
  • ½ scalogno
  • Sale, pepe, timo, basilico se vogliamo

Mentre bolle l’acqua per la pasta, far scaldare una padella e tostare i pinoli; togliere e tenere da parte. Spellare le salsicce, spappolarle con le mani dentro la padella calda, quindi aggiungere un dito d’acqua di cottura della pasta e far sciogliere il lardo mescolando con un cucchiaio di legno a fuoco medio-basso fino a ottenere una crema. Quindi affettare lo scalogno e aggiungere. Regolare di sale, pepe e timo. Occhio che la salsiccia di lardo è pochissimo salata, a differenza di quelle normali e che i fiori lasciati per metà interi assorbono un po’ di sale grosso. Nel dubbio: limitarsi.

Lavare e pulire i fiori di zucca. Dividerne un paio a metà e farli scaldare in un’altra padellina con un po’ di sale grosso per 7-10 minuti. Gli altri tagliarli a strisce e quando mancano 5 minuti alla fine di cottura della pasta aggiungerli alla crema di lardo, alzando il fuoco fino a fargli perdere tutta l’acqua.

Scolare la pasta un minuto prima della cottura senza asciugarla troppo, fargli completare la cottura nella padella e servire completando con i mezzi fiori e i pinoli tostati.

Da bé: bianco acido e di discreto corpo, per non prevaricare il tenue sapore dei fiori di zucca ma non cedere davanti al lardo: Valle d’Aosta Petite Arvine, Riviera Ligure di Ponente Pigato, Verdicchio dei Castelli di Jesi, Umbria Chardonnay.

Fritatta zucchine, fiori e menta

Frittata zucchine, fiori e menta

Avevo nel frigo queste belle zucchine chiare, tutte scrocchierellose e con il loro bel fiore fresco. Ho fatto una capatina nell’orto per prendere la menta e via.

Noterete che questa frittata è cotta in forno, così l’ha mangiata anche Ganascino e la riuscita è comunque ottima.

Ingredienti per 4

  • 5 uova
  • 4 piccole zucchine
  • 6 o 7 fiori di zucca
  • Un paio di cucchiai di cipolla tritata
  • Una manciata di foglie di menta fresca
  • Una grattata di pecorino
  • Un cucchiaio di pan grattato
  • Sale, pepe, olio

Preparazione

In padella, con poco olio, fate brevemente soffriggere la cipolla. Unite le zucchine a pezzettini, e dopo qualche minuti i fiori a filetti sottili. Stufate per qualche minuto. Aggiustate di sale alla fine e mettete la menta.

In una ciotola sbattete le uova col pecorino, un pochino di sale e il pangrattato.

Versate le zucchine in una teglia (magari foderata di carta da forno, l’uovo è peggio del bostik), unite le uova e mescolate dolcemente.

Sbattete in forno a 180° per 15 minuti o fino a che la frittata non sia dorata.

Ora manca solo la birra ghiacciata e la partita.