Archivi tag: involtini

Involtini alla vietnamita

Qualche giorno fa mentre spulciavo nello scaffale “prodotti dal mondo” del supermercato, ho trovato una scatola di fogli di carta di riso, in pratica la pasta che fa da involucro ai famosissimi involtini primavera dei ristoranti cinesi. Mentre  i cinesi friggono tutto, i vietnamiti no, quindi usano questi fogli di riso per farne degli involtini tutto sommato leggeri e versatili.

Ingredienti per 2:

  • 4 fogli di carta di riso
  • maiale (io avevo dei ritagli di filetto)
  • cavolo cappuccio circa 100-150 gr
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla (la mia era di Tropea, ma sarebbe meglio un bel cipollotto con tanto di parte verde)
  • pasta di peperoncino
  • 1 uovo
  • aglio
  • basilico, timo, foglie di sedano
  • sale, pepe, olio
  • 1 goccio di aceto balsamico (in realtà ci andrebbe la salsa hoisis o la salsa di soia, che io non avevo)

Innanzitutto preparate gli ingredienti: tagliate a straccetti il maiale, tagliate a julienne il cavolo e fate lo stesso con cipolla e sedano. Questi ultimi due adagiateli in una zuppierina in cui avrete messo dell’acqua con del ghiaccio, così si manterranno ben croccanti.

In una padella fate scaldare poco olio con uno spicchio d’aglio e scioglietevi della pasta di peperoncino, andateci piano perché si deve sentire, ma non deve coprire i sapori.

Aggiungete il cavolo e dopo qualche minuto anche il maiale. Cuocete da tutti i lati, quindi coprite e continuate la cottura. Prima di spegnere aggiungete un goccio di aceto balsamico che darà un tocco agrodolce. Lasciate raffreddare un pochino quindi aggiungete l’uovo e amalgamate il tutto.

A questo punto mettete dell’acqua tiepida in un piatto o in un altro contenitore abbastanza largo e immergetevi uno a uno i fogli di carta di riso. I fogli devono essere bagnati da tutti i lati e si devono ammoribidire, vedrete che basterà 1 minuto circa.

Al centro del foglio adagiate un pò del mix di maiale quindi piegate i due lati verso l’interno. sulla piegatura aggiungete qualche bastoncino di sedano e cipolla e qualche fogliolina di basilico, timo e sedano, quindi salate, pepate e chiudete arrotolando.

Potrebbero essere pronti anche così, ma su consiglio del Gourmet io li ho leggermente spennelati di olio e li ho passati qualche minuto sotto il grill, perché la superficie diventasse un pochino croccante.

Molto buoni, da rifare sicuramente con la salsa di soia, anche se l’aceto balsamico gli dava comunque un sapore niente male.

Involtini di lonza e carciofi con spinacino

Dosi per 10 involtini

  • 10 fette di lonza di maiale
  • 2 mazzetti di spinacini
  • 2 carciofi belli grossi (meglio se romaneschi o samminiatesi)
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • pangrattato
  • aglio, sale, pepe, olio, erba cipollina

pulire gli spinacini, metterli con la sola acqua di ultimo risciacquo in un pentolino chiuso, salare e far cuocere a fuoco moderato per circa 10 minuti. Pulire i carciofi, tagliarli a quarti, tagliare via alcuni spicchi per l’eventuale decorazione e immergerli nella canonica acqua acidulata. Il resto affettarlo molto finemente e quando gli spinaci sono pronti toglierli e sostituirli nel pentolino con i carciofi, due-tre dita di acqua, un paio di spicchi d’aglio infilzati con uno stecchino per riconoscerli quando vanno tolti: salare pepare e far andare a fuoco medio-basso per 10-15 minuti. Devono ammorbidirsi molto.

Nel frattempo scolare bene gli spinacini e asciugarli cercando di districare le foglie adagiandole su carta assorbente. Accendere il forno a 180 e quando arriva a temperatura infornare in una pirofila gli spicchi di carciofo tenuti da parte, cosparsi di sale, pepe e un filo d’olio. Ci vorranno 15 minuti.

Quando sono cotti i carciofi sul fornello toglierle l’aglio, togliere dal fuoco, lasciare raffreddare un po’ e impastare con una presa di pangrattato, ma non molta, per asciugare un po’. Attenzione a non renderlo troppo secco però.

Battere le fette di lonza fino a renderle alte 1-2 mm, salare, pepare e cospargere di erba cipollina o altre spezie secondo volontà (menta, quando arriva la stagione) riempire ciascuna con una striscia di composto ai carciofi e avvolgere fermando con uno stecchino.

In una padella larga far scaldare uno spicchio d’aglio in poco olio, toglierlo quando l’olio è caldo e aggiungere gli involtini: far rosolare 5 minuti per lato e poi coprire con un bicchiere di vino. Fare evaporare, voltare gli involtini e cuocere coperto per una decina abbondante di minuti, continuando a voltare gli involtini ogni cinque minuti e aggiungendo altro vino se si dovesse asciugare troppo.

Impiattare con gli spinaci, gli involtini sopra con il loro sugo deglassato e i carciofini al forno a parte.

Io ho accompagnato con le puntarelle e ci ho bevuto un Haton Classic 100% Pinot Meunier. Va molto bene anche un bel Lugana, oppure anche un Fiano d’Avellino.

Involtini di melanzana su salsa arrabbiata

Involtni di melanzana su salsa arrabbiata

Allora, nella scorsa puntata eravamo rimasti che mi era avanzato un etto circa di prosciutto crudo già affettato (e fra parentesi nemmeno fra i più buoni, quindi il paninazzo era da escludere), quindi per eliminarlo ho racimolato un po’ di cosette che avevo in frigo e ne è venuto fuori questo piatto.

Ingredienti:

  • 1 melanzana
  • prosciutto crudo a fette
  • caciocavallo siculo (o provola, o comunque altro formaggio saporito e scioglievole)
  • pomodorini
  • 2 foglie di basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 bei peperoncini
  • sale, olio, pepe

Innanzitutto ho grigliato le melanzane e le ho condite con sale e pepe, su ogni fetta ho poi messo una fettina di prosciutto e una di formaggio e ho arrotolato.

Nel frattempo ho scaldato in poco olio l’aglio e il peperoncino, poi ho aggiunto il basilico e quando era bello caldo anche i pomodorini e un pizzico di sale. Ho fatto cuocere per qualche minuto la salsa e poi l’ho passata al colino per eliminare bucce e semi.

Ho messo gli involtini per due minuti sotto il grill e poi li ho serviti con la salsa a specchio sul piatto.