Archivi tag: risotto

Risotto, triglia, odori & popcorn

Risotto, triglie, popcorn

Questo è un semplice risotto molto buono con un tocco “imbutiano”.

Ingredienti per 4

  • Riso carnaroli 250g
  • 300g  trigleitte sfilettate (le ho trovate dal pesciaiolo pronte, altrimenti ci uscirete pazzi)
  • Cipollotto, prezzemolo, carota
  • Brodo vegetale q.b.
  • Una manciata di popcorn

Preparazione

Soffriggiamo dolcemente il olio extra gli odori, dopo aver fatto un bel trito.

Dopo qualche minuto aggiungiamo i filetti di triglia a dadini, avendo cura di lasciarne un paio a testa per commensale interi e a pare. La triglia cuoce subito, quindi possiamo dopo un minuto aggiungere il riso e possiamo cominciare a cuocere il risotto normalmente.

Nel frattempo, passiamo il popcorn al mixer ottenendo un’impanatura (non riducete in farina).

Impaniamo le trigline e cuociamole in padella con un filo d’olio, prima dalla parte delle palle. Asciughiamo bene con la carta assorbente.

Impiattando il risotto, completiamo coi filettini per ogni piatto.

Una spolveratina di polvere di capperi ci sta benone…

Risotto ai carciofi, salsa e puntine d’asparagi e pecorino romano

È un semplice risotto ai carciofi con una punta di fantasia in più.

Preparare il brodo con gli odori e portare a bollitura, nel frattempo pulire gli asparagi e i carciofi, immergere questi ultimi nella ciotola con acqua acidulata. Affettare lo scalogno, far appassire in poco olio e un po’ di brodo, unire i carciofi, un mestolo di brodo, salare, pepare, tappare e stufare a fuoco basso per 5 minuti. Nel frattempo tuffare gli asparagi nel brodo calcolando 6-7 minuti dalla ripresa delle bolle.

Unire il riso ai carciofi, far tostare, bagnare col vino e far evaporare, e quindi iniziare a risottare aggiungendo brodo via via che assorbe. Preparare gli asparagi: scolarli bene, tagliare via le punte e metterle da parte, affettare finemente i gambi e frullarli col minipimer con acqua (non brodo), un po’ di sale e un po’ d’olio, regolandosi a piacimento.

Quando il riso è pronto togliere dal fuoco, mantecare con due cucchiai della salsa di asparagi, una noce piccola di burro e il pecorino romano grattugiato e impiattare: fare un disco di salsa, adagiarci sopra il risotto, completare con le puntine, una spolverata di pepe nero e se c’è una fogliolina di menta.

Da bé: Alto Adige o Friuli Sauvignon. Oppure un Puilly Fumé ma non particolarmente complesso.