Archivi tag: sardine

Sardine alla corsa con verdure grigliate

Questo bel piattino lo mangiammo col Gourmet in quel di Calvi, in Corsica, nell’unico ristorantino veramente tipico che trovammo.

Ingredienti:

  • una decina di sardine belle fresche a testa
  • verdure a scelta (io avevo melanzane e cipolle rosse)
  • rosmarino
  • sale, pepe, olio,
  • aglio

Innanzitutto grigliate le verdure. Io le ho condite poi con origano, aglio, olio, sale e pepe.

Le sardine vanno pulite sotto l’acqua e svuotate delle loro interiora, quindi messe in una teglia con olio, due begli spicchi d’aglio in camicia, pepe e tanti bei rametti di rosmarino fresco.

Scaldate il forno ad alta temperatura, l’ideale sarebbe che cuocessero in pochi minuti, cosi da non seccarsi.

Impiattate, un bel giro d’olio sul tutto (io ho usato un’olietto ligure di taggiasche veramente niente male) e pappate! 🙂

Da bere l’ideale sarebbe un bel rosé corso, ma in mancanza di quello, ci ho bevuto un rosé del sud della Borgogna…

 

Pasta sardine e semi di finocchio

Con l’altra parte delle sardine di cui sopra ho fatto questa pasta un po’ improvvisata, ma veramente appetitosa e ben riuscita.

Ingredienti x2:

  • pasta corta (io ho optato per le orecchiette)
  • 4/5 sardine fresche sfilettate
  • ciliegini 5/6
  • una manciata di semi di finocchio
  • un cipollotto fresco
  • aglio, olio, peperocino, prezzemolo

Mentre cuoce la pasta, scaldate in poco olio il cipollotto tagliato a rondelle, lo spicchio d’aglio intero, un peperoncino e i semi di finocchio (che fanno anche tanto bene… 🙂 ). Aggiungete quindi i filetti di sardine fatti a pezzi abbastanza grossi, saltate giusto un minuto, quindi aggiungete i pomodorini. Togliete subito dal fuoco e coprite con un coperchio. Una volta cotta la pasta, fatela saltare un paio di minuti nel sugo e servite con del prezzemolo appena sminuzzato.

Le sardine si sposano benissimo coi semi di finocchio, che danno anche un tocco di croccantino alla pasta, pulendo allo stesso tempo la bocca con la loro freschezza. La breve cottura è necessaria per conservare intatto il sapore del pesce e la consistenza dei pomodorini. Esperimento decisamente ben riuscito!

Sardine marinate

Sabato mattina, girottolando per il supermercato, sono capitata al banco del pesce che, detto tra noi, qua non è mai un granché…Invece la fortuna ha voluto che vi trovassi delle sardine freschissime e pescate nel Mediterraneo, ovviamente ne ho approfittato e con una parte ho fatto questa delizia.

Ingredienti:

  • sardine fresche
  • 1/2 limoni
  • cipolle rosse
  • olio
  • pepe in grani (il mio era pepe di Sichuan)
  • qualche foglia di alloro

Innanzitutto vanno pulite le sardine, avendo cura di diliscarle bene e di levare le squame. Adagiare poi i filetti ottenuti in un contenitore e irrorarli man mano di succo di limone.

A questo punto viene il difficile: la marinatura deve essere interrotta al momento giusto, se si lasciano troppo poco rimarranno crude, se troppo a lungo si stracuociono e perdono ogni sapore.

Io le ho marinate circa 30 min, quando le ho levate erano appena sbiancate all’esterno, ma l’interno era sempre rosa e crude (non abbiate paura, continueranno a cuocere anche dopo). A questo punto le ho scolate bene dal limone e ho iniziato a fare gli strati in una vaschetta, alternando sardine, grani di pepe, fette di cipolla tagliate sottili e qualche pezzetto di foglia di alloro. Infine ho ricoperto il tutto con l’olio e le ho lasciate in frigo una notte prima di mangiarle.