Archivi tag: taglierini

Tagliolini tonno e zafferano

Questo piatto, anche se molto semplice, se fatto con ingredienti un minimo scelti, ha veramente il suo perché…

Ingredienti:

  • uova, farina e semola per i taglierini
  • filetto di tonno sott’olio (mi raccomando, niente finto tonno premasticato in lattina 😉 )
  • zafferano dell’Aquila in pistilli (no a qualsivoglia polverina piena di coloranti)
  • 2/3 cucchiai di panna liquida
  • cipolla, aglio, sale, olio

Innanzitutto preparate i taglierini, non ci vuole molto a farli e se siete pochi vale anche la pena di stenderli col mattarello e tagliarli al coltello, decisamente un’altra cosa rispetto a quelli Barilla.

In poco olio fate appassire a fuoco lento un pezzo di cipolla tagliata fine fine e lo spicchio d’aglio intero. Quindi togliete l’aglio e aggiungete un paio di filetti di tonno sott’olio tagliati a pezzetti. Aggiungete quindi la panna e un pizzico di pistilli di zafferano. Quello dell’Aquila è una cosa fenomenale, famoso in tutto il mondo per il suo profumo intenso (viene citato anche in “Ratatouille” della Disney 😉 ). Vedrete che non colora come le bustine, ma il sapore non ha niente a che vedere, è profondo, persistente e non scompare totalmente con la cottura.

Salare a piacere il sugo, quindi cuocere la pasta, scolare tenendo da parte una parte dell’acqua di cottura e saltare aggiungendo acqua di cottura qb fino ad ottenere la cremosità desiderata. Gustosissimo e veloce.

Taglierini nei fagioli

Questo è un altro dei piatti della mia infanzia, che ho passato, in parte, in quel di Carrara. Lì i taglierini nei fagioli è uno di quei piatti che si trovano in qualsiasi trattoria, è il classico pasto del cavatore.

Oggi mi sono levata questa voglia, anche se non è un piatto che può essere annoverato nella cucina dietetica…ma vabbè, è domenica, no!?!?! 😉

Ingredienti:

  • fagioli, ci vorrebbero borlotti, ma io purtroppo avevo in casa solo i cannellini
  • odori (cipolla, 2 carote, 2 coste di sedano, prezzemolo)
  • 3/4 spicchi d’aglio
  • rosmarino, salvia
  • peperoncino
  • 3/4 pelati
  • 2 patate
  • olio, sale, pepe
  • 1 pezzo di cotenna di lardo o di prosciutto

Per la pasta:

  • semola, farina e acqua

Mettere i fagioli a bagno per una notte, quindi cuocerli in acqua con 1 spicchio d’aglio e qualche foglia di salvia almeno un’oretta, un’oretta e mezzo. Scolarli avendo cura di tenere l’acqua di cottura.

Tritare una cipolla, una carota, una costa di sedano e un po’ di prezzemolo e farlo soffriggere nell’olio con la cotenna.

Aggiungere quindi le patate, la carota e la costa di sedano rimasti, fatti a cubettini, poi i fagioli e lasciare insaporire per qualche minuto. A questo punto aggiungere l’acqua di cottura dei fagioli e lasciare sobbollire.

In un pentolino mettere qualche spicchio d’aglio intero, un rametto di rosmarino, un bel peperoncino e scaldarli in due cucchiai d’olio, a cui andranno aggiunti i pelati schiacciati.

Il sugo va quindi aggiunto alla minestra. Una volta ben cotte tutte le verdure, aggiustare di sale e passarne una parte (io ho dato due colpetti di frullatore a immersione dentro la pentola).

Nel frattempo impastare acqua e farine e tagliare i taglierini al coltello belli irregolari.

Cuocerli nella minestra, lasciare riposare un pochino e servire con un bel giro d’olio e una macinata di pepe.